Cresce l’interesse per il portale degli immobili

«Ridurre gli spazi inutilizzati e usare quelli esistenti»

Terreni produttivi, capannoni industriali e magazzini, ma anche uffici in vendita, in affitto o in gestione: è ampia la gamma dei 500 oggetti, dislocati in tutto l’Alto Adige, che sono proposti in questo momento sul portale degli immobili www.bls.info/portale-immobili. Il database online è nato nel 2010 da un’iniziativa della BLS ed è curato dall’azienda speciale per l’economia della Provincia e della Camera di Commercio IDM. Negli anni è diventata la più grande banca dati degli immobili produttivi in tutto l’Alto Adige, anche grazie alla collaborazione con le associazioni provinciali dei mediatori e con diverse agenzie immobiliari locali e straniere. Il sito registra in media circa 2.000 click al mese e da gennaio a fine maggio più di 80 interessati, quasi il 34% in più dell’anno scorso, hanno presentato a IDM delle richieste molto concrete, per le quali hanno ricevuto delle consulenze.

 

«Il gran numero di accessi e di richieste provenienti da aziende di ambiti differenti e con le dimensioni più diverse, dai leader di settore fino alle imprese più piccole, dimostra il grande interesse per questo servizio di IDM, che è usato in primis da aziende locali, ma anche da imprese che, venendo da fuori, desiderano insediarsi in Alto Adige», commenta Hubert Hofer. L’esempio più recente è quello dell’azienda bolognese Maccaferri, che con l’aiuto di IDM ha trovato un laboratorio di ricerca a Bolzano, dove poter sviluppare nuovi prototipi per la protezione civile e per la tutela del paesaggio naturale, nonché testare dei materiali prima di trasferirsi definitivamente al NOI Techpark. 

 

Armin Ragginer, responsabile del servizio all’interno di IDM, è convinto che la banca dati degli immobili sia uno strumento prezioso non soltanto per le aziende, ma anche per altri esponenti del mondo economico. Il suo giro di clienti si estende dalle aziende che desiderano individuare un immobile adeguato al commercialista o all’avvocato alla ricerca di terreni o immobili per i propri clienti, fino all’agente immobiliare che utilizza il portale per amplificare le sue offerte o come fonte aggiuntiva. Inoltre è contattato spesso da Comuni altoatesini che possiedono immobili inutilizzati. Con delle consulenze esaurienti e in forma riservata aiuta tutti i clienti che accedono al servizio di IDM che, come sottolinea Ragginer, è offerto gratuitamente.

 

Secondo le sue considerazioni, mentre negli scorsi anni il numero degli immobili in offerta sul portale è continuato a crescere, negli ultimi mesi il mercato si è fatto più dinamico. «Dopo il picco di 600 inserimenti a inizio anno, oggi sono presenti 100 immobili in meno», nota Ragginer, «Anche i feedback di clienti e agenti immobiliari confermano la mia impressione che in questo momento la richiesta di oggetti a uso commerciale o produttivo stia palesemente crescendo – un trend positivo, che rende felici noi di IDM, anche perché sembra dimostrare che dopo anni di crisi l’economia sia di nuovo in crescita».

Newsletter
Eventi
Fav list
Menu
Usiamo i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente questo sito internet. Continuando ad utilizzare questo sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Ulteriori informazioni
ok